Come Controllare Temperatura del Computer

Tutti coloro che utilizzano assiduamente il proprio PC per far fronte alle più svariate esigenze (che siano di lavoro, svago o altro poco importa), di certo avranno avuto modo di notare personalmente i cambiamenti di temperatura nei mesi estivi delle periferiche hardware installate a causa del notevole calore emanato dalla postazione in uso.

Si tratta di una situazione del tutto normale, in particolare quando le temperature esterne tendono a salire, che, per ovvie ragioni, coinvolge in maniera particolare notebook e netbook, implicando dunque, in alcune circostanze, anche lo spegnimento improvviso del PC in uso onde evitare di incorrere in problematiche di ben più grave entità.

coretemp

Considerando quindi tutto quanto appena affermato, al fine di rendersi realmente conto dei cambiamenti in corso e onde evitare di incorrere in spiacevoli situazioni, potrebbe risultare particolarmente utile mettere in atto un apposito monitoraggio dei vari componenti hardware, in particolare processore, RAM ed hard disk.

Al fine di eseguire al meglio tale tipo d’operazioni, nel corso del tempo, sono state resi disponibili all’intera utenza, nella maggior parte dei casi in maniera totalmente gratuita, tutta una serie di apposite utility grazie alle quali, in modo semplice, veloce e senza troppi intoppi, si ha la possibilità di monitorare attivamente ed in tempo reale le temperature raggiunte dalle varie periferiche in uso.

A questo proposito scopriamo insieme un interessante ed efficiente applicazione portatile dal peso complessivo di circa 500 KB appositamente preposta allo scopo in questione che, nel giro di qualche click, consentirà di ottenere dettagliate informazioni circa tutto quanto concerne la CPU.

Si tratta di CoreTemp, un programmino completamente gratuito ed eseguibile solo ed esclusivamente su Windows che, così come già accennato, permetterà di monitorare attivamente tutto quanto cncerne il proprio processore e, nello specifico, quelli che sono i dati relativi alla temperatura, oltre a fornire informazioni quali il nome del processore in uso, la frequenza, la piattaforma, il VID e molto altro ancora, così com’è facile dedurre dando uno sguardo all’immagine illustrativa.

L’applicativo, scaricabile sia in versione per sistemi operativi a 32-Bit che a 64-Bit, sebbene presenti un interfaccia utente decisamente scarna, risulta però un ottimo strumento da includere immediatamente nella propria cassetta degli attrezzi e da portare sempre con sé al fine di poterne attingere in qualsivoglia momento, in particolare in periodi piuttosto caldi come questo