Archivi categoria: Programmi

Come Convertire Docx in Rtf

Docx2Rtf è uno strumento portabile cioè un software che può essere lanciato senza essere installato nel sistema.
Esso consente di aprire, modificare, vedere, stampare ed infine convertire file con estensione docx cioè file redatti con Microsoft Word.
Inoltre consente di modificare anche file di OpenOffice, HTML, RTF, PDB (database di Palm OS), TIFF e di convertirli sia in formato RTF che in quello PDF.

Solitamente questa comoda utility viene impiegata quando non si possiede un’installazione di Microsoft Word, ma si ha la necessità di modificare file in formato docx.
Grazie a Docx2Rtf è possibile farlo trasformando i file in rtf ed editandoli con wordpad o altri editor di testo gratuiti.
Utilizzare questo software è veramente molto semplice e intuititvo infatti sarà necessario aprire il documento in oggetto e scegliere se salvarlo in rtf oppure se “stamparlo” in formato pdf. Per eseguire quest’ultima operazione è possibile avvalersi della stampante pdf inclusa nel software.

A detta degli sviluppatori, può succedere che in determinate conversioni il software fallisca l’estrazione dell’esatta formattazione del documento.
Fortunatamente è stato reso disponibile un editor che permette di interagire direttamente con la struttura (nodi xml) che sta sotto il documento per correggere determinate situazioni.
Tra le caratteristiche principali risultano interessanti:
– il fatto di poter lavorare impartendo azioni da riga di comando;
– la possibilità di convertire intere cartelle di documenti mediante comandi appositi;
– la piena compatibilità con tutti i sistemi Windows (XP, Vista e Seven);
– il fatto di essere un’applicazione completamente portabile e del tutto gratuita;

Docx2Rtf è disponibile a questo indirizzo, il file zip pesa attorno ai 3,1 MB.

Molto interessante.

Come Controllare Temperatura del Computer

Tutti coloro che utilizzano assiduamente il proprio PC per far fronte alle più svariate esigenze (che siano di lavoro, svago o altro poco importa), di certo avranno avuto modo di notare personalmente i cambiamenti di temperatura nei mesi estivi delle periferiche hardware installate a causa del notevole calore emanato dalla postazione in uso.

Si tratta di una situazione del tutto normale, in particolare quando le temperature esterne tendono a salire, che, per ovvie ragioni, coinvolge in maniera particolare notebook e netbook, implicando dunque, in alcune circostanze, anche lo spegnimento improvviso del PC in uso onde evitare di incorrere in problematiche di ben più grave entità.

coretemp

Considerando quindi tutto quanto appena affermato, al fine di rendersi realmente conto dei cambiamenti in corso e onde evitare di incorrere in spiacevoli situazioni, potrebbe risultare particolarmente utile mettere in atto un apposito monitoraggio dei vari componenti hardware, in particolare processore, RAM ed hard disk.

Al fine di eseguire al meglio tale tipo d’operazioni, nel corso del tempo, sono state resi disponibili all’intera utenza, nella maggior parte dei casi in maniera totalmente gratuita, tutta una serie di apposite utility grazie alle quali, in modo semplice, veloce e senza troppi intoppi, si ha la possibilità di monitorare attivamente ed in tempo reale le temperature raggiunte dalle varie periferiche in uso.

A questo proposito scopriamo insieme un interessante ed efficiente applicazione portatile dal peso complessivo di circa 500 KB appositamente preposta allo scopo in questione che, nel giro di qualche click, consentirà di ottenere dettagliate informazioni circa tutto quanto concerne la CPU.

Si tratta di CoreTemp, un programmino completamente gratuito ed eseguibile solo ed esclusivamente su Windows che, così come già accennato, permetterà di monitorare attivamente tutto quanto cncerne il proprio processore e, nello specifico, quelli che sono i dati relativi alla temperatura, oltre a fornire informazioni quali il nome del processore in uso, la frequenza, la piattaforma, il VID e molto altro ancora, così com’è facile dedurre dando uno sguardo all’immagine illustrativa.

L’applicativo, scaricabile sia in versione per sistemi operativi a 32-Bit che a 64-Bit, sebbene presenti un interfaccia utente decisamente scarna, risulta però un ottimo strumento da includere immediatamente nella propria cassetta degli attrezzi e da portare sempre con sé al fine di poterne attingere in qualsivoglia momento, in particolare in periodi piuttosto caldi come questo

Come Condividere Stampante Tramite Internet

Una delle grandissime potenzialità della rete è quella di condividere dati, mezzi ed informazioni anche a grandissima distanza.

Esiste un modo davvero semplice per poter condividere una stampante con chi vogliamo noi, senza nessuna configurazione particolare da apportare alla rete.

Per poter condividere una stampante utilizziamo dunque Printershare, un’applicazione di 1.6 Mb disponibile per ogni sistema operativo.

Dopo l’installazione è necessario registrarsi, indispenzabile per poter condividere senza complicazioni la propria stampante.

Il software identifica quindi la periferica da condividere assegnandogli un numero a sei cifre, che deve essere ricercato ed inserito nel pc remoto con il qual operare la condivisione.

Il programma ideale per chi utiliza la stampante, ad esempio, in ufficio e vuole condividerla senza problemi.

Come Estrarre Audio da Video

Molti a volte devono prendere la musica da un clip video e non sanno proprio come fare, ecco quindi una bella e semplice guida per voi!

Per estrarre l’audio da un video ci basterà un semplice programma di cui parlerò, a differenza di molti altri in questo campo, è gratuito, veloce e semplicissimo da usare.

Si chiama Free Video to Audio Converter e come ho già detto potete scaricarlo ed usarlo gratuitamente, dall’immagine qui sopra capiamo che possiamo estrarre l’audio da più video in una sola volta.
Il software supporta vari formati di video e l’audio estratto possiamo esportarlo in vari formati.

Input: AVI, 3GP, GIF, MPEG, WMV, MP4, DV, MOV, M4V, VOB (il formato video usato nei DVD), SWF, NUT, RM, APE, CUE, 3G2, MP2, MP3, RA, WMA, WAV, M4A, AAC, OGG e CDA.
Output: WMV, MP2, MP3, WMA, WAV, M4A, AAC, AC3, OGG e AU.

Programmi gratuiti come questo non se ne trovano tutti i giorni, provatelo, tanto non costa nulla.

Programma per Cercare Immagini Online

Se qualche giorno fa abbiamo visto una serie di applicazioni online per modificare foto, oggi vi voglio segnalare un ottima utility che consentirà attraverso il desktop di effettuare una ricerca tra i vari servizi di image hosting.

Il programma in questione si chiama Ginipic, ed è molto semplice da utilizzare, basta selezionare una sorgente (il nostro computer, Flickr, Photobucket, Google, Bing, etc) e una keyword per far partire la ricerca.

I risultati verranno presentati in maniera molto ordinata attraverso delle thumbnail, cliccando su di esse, visualizzeremo un anteprima dell’immagine per poi decidere se salvarla, inviarla via email, visualizzarla nel contesto originale, aggiungerla ai preferiti, etc.

Davvero una manna dal cielo per chi come il sottoscritto quotidianamente è costretto a cercare immagini sul web, quando abbiamo finito di utilizzarlo Ginpic potrà essere minimizzato nella sistem tray. L’unica nota negativa deriva dal fatto che è schermo intero consuma un po’ troppa RAM (100KB circa), ma quando lo si rimpicciolisce ne richiede molto di meno (30KB) per arrivare ad un consumo quasi nullo quando è nella sistem tray (10KB) .

Molto interessante.