Archivi categoria: Guide

Come Aggiungere Foto su Twitter

Facebook regna incontrastato nella categoria dei social network da qualche anno a questa parte. Ma, subito dietro di lui, troviamo un altro sito web molto apprezzato dai giovani. Sto parlando di Twitter, uno dei portali più visitati al mondo in cui hai la possibilità di condividere i tuoi pensieri con solamente 140 caratteri a disposizione. Ma oltre ad i pensieri, si possono condividere anche le foto? Assolutamente sì, quindi vediamo come si fa.

Al contrario di Facebook, Twitter non dispone di una sezione per la galleria delle immagini. Per questo motivo, per vedere come aggiungere foto su Twitter dovrai inviare un nuovo tweet in cui è allegata l’immagine da caricare nel social network. Ti ricordo, però, che proprio perché non è presente una sezione per esse, in futuro potresti non trovarla più poiché rimpiazzata dai nuovi tweet.

Per aggiungere foto su Twitter apri la pagina iniziale del sito ed inserisci il tuo nome utente e la password per effettuare l’accesso. Poi premi sul pulsante per inviare un nuovo tweet ed appariranno due icone: la prima è una macchina fotografica, mentre la seconda è una sorta di segnaposto simile a quello che trovi su Google Maps. Quest’ultimo pulsante serve per localizzare il luogo in cui hai inviato il tweet.

Ovviamente fai clic sul pulsante con l’icona della macchina fotografica e scegli quale foto hai intenzione di caricare nel tuo account. Fatto questo, premi su Apri ed inizierà il caricamento dell’immagine su Twitter. Ora non devi far altro che scrivere qualcosa per descrivere la foto (il limite di caratteri sarà sempre di 140) e poi clicca su Tweet.

Ti ricordo che, al contrario di quanto avviene su Facebook, in questo caso non puoi evitare che qualcuno veda la foto che hai pubblicato nel tuo account. Infatti, non esiste un metodo per pubblicare una foto solo per alcuni follower. Infine, se vuoi aggiungere la foto direttamente dal tuo smartphone o tablet, la procedura è praticamente identica, con l’unica differenza che sceglierai il file da caricare dalla galleria di immagini presenti nel dispositivo.

Come Collegare Mac al Televisore

Se hai appena finito di passare le tue splendide foto delle vacanze dall’iPhone al tuo Mac, allora significa che sei fisso sullo schermo a fissarle dicendo a te stesso che sei un grande fotografo. Il problema è che quello schermo così piccolo non ti piace granché, quindi hai voglia di porre rimedio a questo problemino che ti tartassa la mente.

La soluzione sembra abbastanza ovvia e scontata, ma forse non hai idea di come si fa e di che strumenti hai bisogno per far ciò. Quindi, ora andiamo a vedere come si fa a collegare Mac a TV usando dei piccoli servizi che ti danno modo di spostare da una parte all’altra le foto, i video e quant’altro gustandoti il tutto su uno schermo decisamente più grande di quello del PC.

La prima cosa che ti occorre assolutamente è un cavo che ti dia modo di trasferire il segnale, sia di video sia di audio, da un computer ad una TV. Questo strumento è chiamato cavo da Mini DisplayPort a HDMI di Belkin (2m) e lo trovi direttamente nello Apple Store con un costo di 49,95 euro con spedizione entro 24 ore.

Ora che hai imparato come si trasferisce il segnale da una parte all’altra, il sistema operativo OS X userà la TV come una sorta di componente aggiuntivo della Scrivania. Per modificare le opzioni dovrai recarti su Preferenza di sistema, scegliere la voce Monitor, cliccare su Disposizione ed inserire il segno di spunta vicino alla frase Duplica monitor.

A volte capita che l’audio si senta dal computer e non dalla TV, quindi per collegare Mac a TV nel modo migliore sia con audio sia con video vai in Preferenze di sistema ed apri la categoria Suono. Apri la voce Uscita e fai clic sul nome del televisore per impostare il dispositivo che preferisci utilizzare come audio in uscita.

Se invece hai in possesso una Apple TV, allora tutto ciò di cui avrai bisogno è semplicemente la funzione chiamata AirPlay. Per farlo dovrai avere un televisore di seconda o di terza generazione con un software dotato di versione 5.0. Il Mac, invece, dovrà essere provvisto di un sistema operativo OS X Mountain Lion.

Una volta che hai entrambi i dispositivi con queste opzioni ed entrambi sono collegati sulla stessa rete, allora ti basterà cliccare sull’icona di AirPlay che trovi nel tuo Mac. Poi, clicca su Apple TV e, in un attimo, riuscirai a vedere tutto ciò che visualizzi sul tuo PC anche sul monitor del tuo televisore.

Come Cancellare i File Temporanei

Il computer, con il passare del tempo, si intasa di file inutili e di doppioni, visto che il download da internet è diventato il nostro hobby preferito ai giorni nostri. Pulirlo e farlo tornare veloce come i fasti di un tempo è un’impresa davvero ardua da fare manualmente, ma con CCleaner non dovrai più temere di fare tutto da solo!

Esso è un software gratuito che permette di mantenere il computer sempre pulito da file temporanei ed inutili, di renderlo veloce e di ottimizzare le prestazioni del sistema operativo in uso. Risulta essere stato creato da Piriform ed è disponibile solamente per le versioni di Windows 7 (32 e 64 bit), Vista ed XP.

Oltre a cancellare i file temporanei, ti dà modo anche di tenere leggero il tuo browser preferito, in quanto elimina la cronologia, i cookie ed i dati di Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera e Internet Explorer. Con le giuste impostazioni, svuota in modo automatico il cestino e disattiva i processi che sono in esecuzione nel PC.

Effettua in un lasso di tempo da te scelto la pulizia del registro rimuovendo le chiavi invalide, i file che rallentano le prestazioni e tanto altro. Inoltre, riesce ad analizzare tutti i file, le cartelle e tutto ciò che hai nel disco rigido individuando eventuali problemi e rimuovendo il tutto, ovviamente con la tua autorizzazione.

Insomma, è un programma a cui nessuno può fare a meno, in quanto è certamente uno dei più utili che hai la fortuna di trovare gratuitamente sul web. Per cui, non perdere tempo e provalo subito.

Come Avvolgere le Cuffie

Hai qualche minuto di tempo libero e lo vuoi impiegare ascoltando le tue canzoni preferite sul tuo player portatile di fiducia. Prendi mano il tuo dispositivo e fai partire qualche canzone, ma c’è un piccolo problema: le cuffie sono avvolte male e perdi un’enormità di tempo per riuscire a sistemarle ed a metterle alle orecchie. Ma non temere, ho una soluzione che fa proprio al caso tuo. Dammi un attimo del tuo tempo che ti illustro cosa fare per rimediare!

Forse ancora non lo sai, ma è possibile scoprire come avvolgere le cuffie per evitare questo tipo di problemi in futuro. Inoltre, lasciando un groviglio sparso in casa o nelle tasche, rischi perfino di rovinarle e di avere altri problemi inerenti alla qualità del suono. Quindi, rimboccati le maniche perché devi assolutamente imparare il metodo giusto per avvolgerle. Ovviamente, il problema non è presente se si utilizzano cuffie senza fili e su questo argomento è possibile vedere questa guida sulle cuffie wireless su Sceltatech.com.

Il metodo che sto per presentarti può sembrare a dir poco complicato, soprattutto le prime volte in cui non hai alcuna esperienza in questo. Probabilmente sei abituato ad avvolgerle come viene, e proprio per tale motivo ti ritrovi un groviglio da risolvere in un paio di minuti. Ma, grazie alle indicazioni che leggerai nella guida seguente, potrai capire meglio come fare.

La prima cosa da fare è prendere le cuffie e aprire il palmo della mano sinistra per disporre gli auricolari a testa in giù. A questo punto, fai girare il cavo delle cuffie dietro la tua mano per circa cinque volte, a seconda della lunghezza del filo. Fatto questo, ti ritroverai una sorta di rotolo sulla mano a dir poco ordinato, ma non è tutto! Chiudi la mano sinistra per compattare il cavo e avvolgi in senso orizzontale la porzione di cavo rimanente attorno a quella già avvolta con la mano destra.

Adesso avrai creato una sorta di cinta nel cavo che hai avvolto in precedenza. Passa il jack delle cuffie dall’altra parte del groviglio e tira le due estremità del cavo (sia gli auricolari sia il jack). Una volta che hai realizzato la procedura, potrai srotolare le cuffie passando nuovamente il jack dal lato opposto del filo e tirando le due estremità delle cuffie.

Come Bloccare Contatti su Whatsapp

Whatsapp è un’applicazione che permette di comunicare con tutti i tuoi contatti in maniera gratuita inviando dei messaggi o eseguendo chiamate. Come ogni app di questo genere, ovviamente riceveremo sempre dei messaggi che non desideriamo, per cui oggi ti indico il modo di bloccare un contatto su Whatsapp per mettere la parola “fine” a SMS indesiderati.

Il procedimento per eseguire tutto ciò è molto facie, visto che devi solamente cliccare sul pulsante Blocca che trvi nella pagina quando ricevi un messaggio dalla persona che intendi bloccare. Poi, vai su Whatsapp, apri le Impostazioni, scegli Impostazioni chat e fai clic su Bloccato.

Ora non ti resta che cliccare sull’icona + per aggiungere un contatto alla lista dei tuoi amici bloccati. Appena l’hai inserito, premi su Fine per salvare i cambiamenti che hai effettuato. Se in futuro decidessi di sbloccarlo, in questa sezione scegli Modifica e tocca il segno di divieto alla sinistra di un contatto, quindi su Elimina – Fatto.

Quando esegui la guida per bloccare un contatto su Whatsapp la tua immagine che usi nel tuo account non sarà più visualizzabile dagli utenti bloccati. Inoltre, non potrai nemmeno ricevere o inviare messaggi da esso finché non fai la procedura per sbloccarlo dalla “lista nera”.

Il tuo messaggio di stato, invece, sarà ancora visibile da tutti ed il contatto bloccato non verrà automaticamente rimosso dalla lista, neppure se esso si trova nei Preferiti. Per cui, dovrai provvedere manualmente a fare tutto questo.